Eno 3.0 Rho – Vini e prodotti italiani e francesi –

Nasce Eno 3.0, enoteca italo/francese dove si possono degustare fra i tanti vini che hanno a disposizione, assaggiare specialità francesi e italiane oppure approfittare della caffetteria.con pasticceria francese.

il locale è aperto dal lunedi al sabato dalle 8 alle 20…

Colazioni

Ogni mattina, potrai trovare presso il nostro locale ottime colazioni, brioches calde e un caffè fatto a regola d’arte.

Fatti travolgere dal profumo della più accogliente e ricercata caffetteria di Rho.

Colazione a Rho

Vini francesi

Da Eno 3.0 a Rho puoi trovare una ricca selezione di vini francesi, direttamente importati dalle migliori cantine per il gusto di tutti gli intenditori che frequentano giornalmente il nostro negozio.

Scopri la nostra ricca selezione di Champagne!

champagne rho

Vini italiani

Da Eno 3.0 a Rho puoi trovare anche una fornita selezione di vini italiani, tutta l’eccellenza del nostro bel paese pronta da gustare sulle vostre tavole.

vino rho

Prodotti tipici

Vieni a scoprire i nostri prodotti tipici, freschissimi!!! Importati direttamente dalle migliori location di origine da Eno 3.0 potrete trovare elementi di rara bontà!

prodotti tipici

Vini da provare

Da Eno 3.0 potrai provare i nostri vini prima di acquistarli, ti basterà scegliere il prodotto e la quantità da provare e grazie ai nostri comodi erogatori elettronici ti sarà servita la bottiglia da te richiesta alla temperatura ideale. Non andare sulla fiducia! Prova il vino e garantisciti una serata indimenticabile con un ottimo compagno di cena, il tuo vino.

Non solo vino

La nostra cantina propone molti vini ricercati, da alcolici provenienti da tutto il mondo ad un ampia selezione di prodotti gatronomici. Tutte da scoprire!

Alsazia

Situato sulle pendici orientali della catena dei Vosgi, nella valle del Reno tra Strasburgo e Mulhouse, la vigna dell’Alsazia è piuttosto diversa da qualsiasi altra zona di produzione del vino francese. Come la regione dell’Alsazia in sé, la cultura del vino qui è immersa in una tradizione germanica, la produzione di vini bianchi (per lo più secchi o fruttati), il più popolare Riesling essere, Sylvaner e il Gewurztraminer molto fruttato.

Le regole della Appellation contrôlée – e più recentemente di Denominazione Protetta (AOP) non si applicano allo stesso modo in Alsazia, come nel resto della Francia. In Alsazia, i vini sono prodotti sotto un semplice appellativo di “Alsace”, dopo di che il prossimo elemento più importante da indicare, e la parola più visibile in etichetta, è la varietà d’uva o “monovitigno”, Sylvaner, Riesling, Gewurztraminer, Edelzwicker , Pinot o pochi altri. aree più piccole non hanno le proprie denominazioni, anche se con molti vini d’Alsazia, il nome del paese o di vigna da cui proviene anche essere indicata. Vedere Vendanges anche tardives.

Lorena, anche in Francia nord-est, produce principalmente Vin de pays vini bianchi, nella Mosa e della Mosella.

 

Bordò

Vino e regione vinicola. Con Borgogna e Champagne, la regione di Bordeaux Aquitania è una delle tre più famose regioni produttrici di vino francesi. Storicamente, la sua fama è almeno in parte dovuto al fatto che di queste tre grandi aree viticole, la vigna di Bordeaux è l’unico ad avere accesso immediato al mare, un vantaggio che le ha permesso di essere grande regione del vino esportazione della Francia per molti secoli.

Nel 1152, quando la regina Eleonora d’Aquitania sposò il re inglese Enrico II, la regione Aquitania divenne economicamente integrata nel mondo anglo-normanna, la regione di Bordeaux diventare il principale fornitore di vino per l’Inghilterra. Questa tradizione di esportazione di vino storica ha contribuito Bordeaux a sviluppare rapporti commerciali di gran lunga più forti nei secoli successivi, che stabilisce saldamente vini di Bordeaux, spesso definito genericamente in inglese come “chiaretti”, sul mercato internazionale.

Cru bourgeoisThe Bordeaux vigna è centrata intorno alla città portuale di Bordeaux, lungo l’estuario della Gironda, e fiumi Garonna e Dordogna. Si tratta di una grande vigna, e la denominazione specifica-geo “Bordeaux” si estende su una superficie che si estende 100 chilometri sia a nord-sud ed est-ovest.

Mentre la contrôlée denominazione comprende vini di media qualità provenienti da tutta la regione, molti, se non la maggior parte dei chiaretti di alta qualità coltivate nel beneficio complessivo zona da denominazioni zona più specifiche e distintive, come Médoc, Graves o Saint Emilion, e ancora di più denominazioni locali come Pauillac, Graves e Saint-Estèphe.

A differenza di altre zone viticole francesi, della zona di Bordeaux opera classificazioni di molti dei suoi vini migliori, in particolare quelli del Médoc e Saint Emilion vigneti. Le migliori tenute in queste zone hanno il diritto di vendere i vini designati come grand cru. Di seguito i Grand Cru venire altri vini di alta qualità designati come cru bourgeois.

Tip: 2009 si dice che sia un anno eccezionalmente buono vendemmia.

 

Médoc

Il Médoc, la regione a sud della Gironda a nord-ovest di Bordeaux, è la casa di molti dei più prestigiosi vini francesi. E ‘parte del più ampio zona di Bordeaux. Tra le famose denominazioni prodotte in questa zona sono San Estèphe, Margaux, Saint Julien e Pauillac. E ‘stato nel 1855 che i produttori di vino della regione Medoc classificati i loro 61 migliori vini secondo una classifica di “Grands Crus”, classifica da “Premier Cru” a “Cinquième Cru”. Questi Grands Crus sono generalmente noto per essere il più grande di tutti i vini francesi, e, naturalmente, i loro prezzi riflettono generalmente questo stato. Ovviamente, se si acquista un vino in bottiglia tenuta da un castello con lo status di grand cru, (e, naturalmente, sono tutti immobili in bottiglia), si può essere abbastanza sicuri di ottenere un vino di qualità. Ma attenzione! Anche un grande vino cru può andare via se non è maturato e curato nelle migliori condizioni.

 

Altre aree di sud-ovest della Francia

Inland e verso sud dalle regioni Bordeaux / Saint Emilion, ci sono una serie di aree di coltivazione del vino meno noto, molti di loro produrre abbastanza buoni vini a prezzi molto ragionevoli. Questi includono Bergerac, Cahors, Gaillac e Marcillac (tutti i vini Denominazione Controllata), o Côtes du Tarn o Vin de Pays du Lot. Mentre Marcillac è una piccola area, i vigneti di Cahors, Gaillac e Bergerac sono piuttosto esteso, e più noto per i loro rossi. L’area di Cahors produce alcuni dei più ricchi e più scuri vini rossi in Francia, principalmente utilizzando il vitigno Malbec, a volte indicato come “vino viola”. Tuttavia, la zona vinicola di Bergerac produzione è anche noto per i suoi vini bianchi, tra cui alcuni forti vini da aperitivo dolci come Montbazillac

Verso i Pirenei, ci sono alcuni sorprendentemente buoni vini bianchi provenienti dai vigneti di Jurançon e Béarn, in particolare Pacherenc-du-Vic-Bilh, famosa per i suoi vini da aperitivo distintivi. Nelle vicinanze, i vigneti di Madiran producono un noto rosso.

Bourgogne (Borgogna)

 

I vigneti della regione della Borgogna coprono una stretta striscia di terra sulle pendici orientali delle colline in direzione sud-est dalla capitale della Borgogna, Digione. nel cuore della regione vinicola della Borgogna crescita è la storica città di Beaune, in cui la vendita del vino in autunno nelle “Hospices” storici edificio è uno dei punti più alti della campagna. vini di Borgogna sono classificati su quattro livelli, il più basso è il generico appellativo di “Borgogna”. aree selezionate del vigneto della Borgogna hanno le loro classificazioni, come Côtes de Beaune. All’interno di questi, ci sono piccole aree, villaggi e gruppi di villaggi, noto per la produzione di vini di qualità superiore, come Mersault, Pernand Vergelesse o Aloxe Corton. Infine, nella parte superiore della piramide, ci sono i “crus grands”, come Clos Vougeot, con i suoi meri 51 ettari di vigneto. Trovare quelli intorno vini della Borgogna è a volte un compito arduo. I migliori vini di Borgogna sono i rossi, i migliori dei quali può mantenere per un buon 20 a 30 anni. Tuttavia, Borgogna produce anche un po ‘di qualità superiore, anche se non troppo distintivo, i bianchi. Si dice spesso che la Borgogna generici “Bourgogne Rouge” o Bourgogne Passetoutgrains “bianco sono troppo costoso e non particolarmente buon rapporto qualità-prezzo.

Un buon consiglio: 2003 si dice che sia una delle migliori annate per molti anni.

 

Beaujolais:

Nel sud della regione della Borgogna, al confine con i vigneti valle del Rodano, una vasta area intorno a Beaujeu produce un vino rosso leggero conosciuto come Beaujolais, paradossalmente uno dei più famosi vini francesi .. Questo è un vino che di solito non tenere per molto molti anni, e nel corso degli ultimi cinquanta anni è stato commercializzato con successo come, o vino giovane “vin primeur”, per essere bevuto dopo poche settimane di maturazione. Ma il successo di Beaujolais Nouveau – lanciato sul mercato ogni anno il terzo Giovedi del mese di novembre – ha più a che fare con il marketing intelligente che con una reale qualità del vino.

 

Champagne

La regione dello Champagne, centrata sulla città di Reims (Reims) ed Epernay, è la più settentrionale delle principali vigneti di Francia. Diversamente dalla maggior parte dei migliori vini francesi, champagne sono miscelati al fine di produrre sia champagne non epoca (miscelati da diversi anni) o champagne d’annata, miscelati dai vini della stessa raccolta. Di conseguenza, dal momento che la qualità dello champagne in ultima analisi, dipende da un equilibrio tra la qualità delle uve e l’abilità dei frullatori, champagne sono anche classificati e promossi dal produttore, non da un appellativo più finemente delimitato. Forse il più alto rating di miscele è Krug; altri marchi ben apprezzati includono Mumm, Bollinger e Heidsieck, per non parlare dei marchi molto noti di Moët & Chandon e Taittinger.

Il sapore distinto e la purezza di champagne reale è certamente dovuto al suolo calcareo e le condizioni di crescita continentali che abbondano nella regione di Champagne. Molti dei principali produttori di Champagne francesi hanno creato filiali e vigneti in California, ma a dispetto di portare sulle loro migliori maestri-frullatori, non sono mai stati in grado di ottenere abbastanza lo stesso risultato.

Anche se molte persone immaginano che champagne sono tutti bianchi, questo non è del tutto vero. Esistono anche champagne Rosé.

Nota: champagne non è un termine generico per spumante dalla Francia. Ci sono molti altri buoni vini spumanti provenienti dalla Francia che non sono venduti come champagne. Anche se è vero che i migliori champagne sono inimitabili, non è affatto vero immaginare che è necessario acquistare un vero e proprio champagne se si vuole un buon vino frizzante francese. Alcuni altri spumanti eccellenti sono prodotti in Borgogna (Crémant de Bourgogne), il Giura (Crémant du Jura) e la valle della Loira (Vouvray e altri) e in altre aree, utilizzando le stesse tecniche (precedentemente chiamato “méthode champenoise” – un’espressione ora vietato di utilizzare in altre regioni) e un mix simile ma non identico di vitigni, in particolare Chardonnay. Solo gli intenditori più esperti possono distinguere un mediocre champagne da un buon Crémant o Vouvray … eppure non-Champagne spumanti vendere ad una frazione del prezzo dei vini di qualità equivalenti da champagne.

Infine, per favore, il modo corretto per aprire un tappo di champagne è quello di facilitare molto delicatamente dalla bottiglia. Non si tratta di imitare un pilota di Formula Uno vittorioso e spruzzare il contenuto della bottiglia in tutto i propri ospiti.

 

Valle della Loira

Anche se ci sono alcuni ottimi vini prodotti nella grande area Valle della Loira, ci sono pochi vini della Loira, bianchi, rosati o rossi pallido, che sono tra i più grandi vini francesi. “Anjou Rosé” è un buon rosato di tutti i giorni, e “Muscadet” e “Gros Plant” Da vicino la foce della Loira sono vini bianchi secchi che vanno ottimamente con frutti di mare .. Un altro buon appellativo è “Pouilly Fumé” (da non confondere con “Pouilly Fuissé”, un Borgogna bianco). La Valle della Loira, però, è anche il secondo produttore francese di vini spumanti, champagne dopo. La regione produce anche gris vin, “vino grigia”, che in realtà è un rosato molto pallido, essendo un vino bianco ottenuto da uve nere. Due delle varietà più prestigiosi sono Vouvray e Saumur. Mentre ci sono un sacco di vini della Loira che traggono beneficio dalla Denominazioni Contrôlées, gli altri sono venduti sotto l’etichetta VDQS.

 

Cognac: / Charentes:

La regione di Cognac / Charentes è una grande area di vino, se il vino normale per sé non è il prodotto principale della regione; il vino prodotto è usato soprattutto per distillazione in Cognac o di altri spiriti, oppure per la produzione di un ottimo vino aperitivo noto come Pineau des Charentes. Alcuni vino bianco è prodotto sotto il Vin de Pays etichetta, e ci sono alcuni vigneti che producono rosato o anche vini rossi.

 

Jura.

Forse il più sottovalutato dei vini bianchi francesi, i vini del Giura provengono dal sud della regione Franche-Comté, le pendici esposte a ovest delle colline del Giura che si affacciano sulla valle Saône vasta alle pendici di Borgogna sull’altro lato. Il migliore e più caratteristico dei bianchi del Giura sono realizzati dal “Savagnin” vitigno, che si trova solo in questa regione, e dà al vino un delizioso sapore sherry-like. Tuttavia, la maggior parte dei vini del Giura vengono assemblati da diverse varietà, e come in Alsazia, il vitigno tende ad essere indicato sull’etichetta. vigneto Giura produce anche vini scuro rosa, a volte chiamato rossi, così come il famoso “vino giallo”, Vin Jaune, aperitivo costoso, non diversamente da Amontillado sherry, realizzati esclusivamente dal vitigno Savagnin. La denominazione più prestigiosa per Vin Jaune è Château Chalon. Questo vino è ottenuto da uve raccolte in ritardo, e poi lasciato maturare in botti per almeno sei anni.

 

Côtes du Rhone

Côtes du Rhône è uno di quei vini francesi che è diventato famoso a causa più a causa del grado del vigneto rispetto della qualità del vino. Il vigneto Côtes du Rhône si estende per oltre 200 chilometri lungo la valle del Rodano dal sud di Lione alla Camargue. All’interno della regione, ci sono una serie di prestigiose aree più piccole come Côte Rotie (nella parte settentrionale della regione), Hermitage o Chateauneuf du Pape e Gigondas (nei pressi di Avignone).

L’estremità meridionale della Côtes du Rhône zona di denominazione isa ctually in Provenza.

La stragrande maggioranza dei vini Côtes du Rhône è venduto sotto le denominazioni, “Côtes du Rhône” o “Côtes du Rhône Villages” generici.

Côtes du Rhone vini sono vini del Mediterraneo, e in generale sono miscelati dai diversi vitigni classici del sud della Francia, tra cui in particolare il Viognier, Syrah e Grenache. , vini Côtes du Rhône generici Prezzo-saggio sono spesso alla fine più conveniente della gamma “appellation contrôlée”.

 

Provenza

Provenza è una vasta area di produzione vinicola, più noto per i suoi vini rosati, il più famoso dei quali sono Côtes de Provence e Coteaux d’Aix. Tuttavia, la vigna Provenza produce anche vini rossi, tra cui alcuni molto ricchi vini rossi del Var, e “vino grigia” dalla zona della Camargue. Il più famoso dei vini bianchi della zona è Bandol, celebrato fin dal Medioevo. Si noti che la vigna Provenza comprende anche la parte meridionale dell’area di Côtes du Rhone AOC.

 

Languedoc

La regione della Linguadoca, che copre la pianura costiera del Mediterraneo ad ovest del Rodano, produce un sacco di vino rosso piuttosto ordinaria, gran parte di essa commercializzati come Pays VDQS o Vin de. Languedoc è la più grande area di produzione di vino francese in termini di volume. Ci sono sette Denominazioni Contrôlées della zona, il più noto dei quali è Corbières, e forse la migliore qualità media, di cui è Fitou. vini DOC coprono circa il 10% della produzione della regione, ma la percentuale è in aumento come produttori Linguadoca concentrarsi più sulla qualità, piuttosto che sulla quantità, e si sforzano di riposizionare i loro vini più in alto del mercato. Grazie alle lunghe ore di sole estivo, le uve maturano bene e rapidamente in questa regione, il che significa che i vini della Linguadoca sono ricchi e corposo, e spesso hanno un elevato contenuto di alcol. I vini di Roussillon sono molto simili, questa zona che è particolarmente noto per i suoi vini fortificati come Banyuls.

Piuttosto diverso dal resto sono i vini spumanti prodotti in Limoux, vicino a Carcassonne. “Blanquette de Limoux” è reputato il più antico vino spumante in Francia; e secondo la storia, era un monaco benedettino, Dom Pérignon, che ha introdotto il metodo Limoux di produrre buon vino spumante, ai monaci di Champagne che erano alla ricerca di modi per migliorare la qualità dei loro vini bianchi secchi piuttosto anonimi. Per quanto riguarda Dom Pérignon, il mito è quasi certamente falsa; ma è ben documentato che Limoux era già producendo vini spumanti nel 1540, mezzo secolo prima che la tecnica ha preso piede in Champagne.